Al Merano Wine Festival la premiazione del XVIII Concorso Internazionale dei Vini di Montagna


cervim.jpgI riconoscimenti ai vincitori saranno consegnati sabato 6 novembre durante la manifestazione altoatesina dedicata alle eccellenze enogastronomiche.

Il concorso è organizzato dal CERVIM (Centro di Ricerche, Studi, Salvaguardia, Coordinamento e Valorizzazione per la Viticoltura Montana) in collaborazione con l’Assessorato all’Agricoltura e Risorse Naturali della Regione Autonoma Valle d’Aosta, l’AIS Valle d’Aosta, l'Associazione VINEA (Sierre-Svizzera) e con il patrocinio dell’O.I.V. (Organisation Internazionale de la Vigne et du Vin)
Si terrà sabato 6
novembre 2010 alle ore 15.00 presso l'Hotel delle Terme di
Merano la premiazione dei vini vincitori della XVIII edizione
del Concorso Internazionale dei Vini di Montagna.
Per Francois Stevenin,
Presidente CERVIM “il concorso internazionale mette in evidenza prima di
tutto il valore delle le viti autoctone legate al territorio.
Il terroir  è fondamentale in questo contesto e valorizza le peculiarità
delle zone aderenti al CERVIM, siano esse di montagna, in
forte pendenza, con terrazzamenti o in piccole isole, fornendo quei
fattori che rendono unici i vini prodotti in questi territori.
Questi vini – prosegue Stevenin – hanno caratteristiche
importanti: freschezza, mineralità e fruttuosità uniche.
In conclusione  è importante segnalare che anche quest’anno malgrado le
innumerevoli difficoltà che colpiscono anche il settore vitivinicolo, la
partecipazione al concorso è stata importante.
Il concorso del CERVIM è un concorso molto tecnico, la realtà della
viticoltura eroica è caratterizzata per la maggior parte da produzioni
famigliari-artigianali che si affiancano a produzioni di medie
dimensioni, ciò rappresenta un'ottima occasione per un confronto reale
con altre realtà produttive europee e permette di portare alla ribalta
produzioni vitivinicole poco note.
È dunque un piacere constatare l'alta qualità che i vini eroici
sono stati in grado di esprimere anche per questa edizione del
Concorso”.

La premiazione avrà un
testimonial d'eccezione, Franco Iseppi, Presidente del Touring Club
Italiano, Associazione no profit nata nel 1894 con l’obiettivo
di far conoscere l’Italia agli italiani, che conta oggi oltre 350.000
Soci.
Come recita il primo articolo dello statuto, il Touring si è sempre
distinto per il forte impegno nello sviluppo del turismo, inteso anche
quale mezzo di conoscenza di paesi e culture, e di reciproca
comprensione e rispetto fra i popoli.
“Ma il turismo – aggiunge Franco Iseppi –  presuppone la tutela del
territorio e sono orgoglioso di essere qui oggi a testimoniare
l’importanza e il ruolo della viticoltura nella valorizzazione stessa
del territorio.”
Attesa la partecipazione di Umberto
Martini, Presidente Generale del Club Alpino Italiano.

Complessivamente sono
stati premiati a questa XVIII Edizione del Concorso 130 vini, cioè il
30% dei campioni ammessi ed assegnate 2 Gran Medaglie d'Oro, 41 Medaglie
d'Oro e 87 Medaglie d'Argento.
La premiazione sarà seguita da una
degustazione di tutti i 130 vini vincitori sempre presso l'Hotel delle
Terme


Le valutazioni dei vini,
suddivisi in 7 categorie, sono state effettuate da una giuria
internazionale composta da 6 Commissioni di 5 membri ciascuna: enologi,
degustatori esperti e giornalisti della stampa specializzata.
Il regolamento del Concorso Internazionale Vini di Montagna ammette
soltanto i vini prodotti da uve di vigneti che presentano difficoltà
strutturali permanenti quali: altitudine superiore ai 500 m s.l.m., ad
esclusione dei sistemi viticoli in altopiano; pendenze del terreno
superiori al 30%; sistemi viticoli su terrazze o gradoni; viticolture
delle piccole isole.
A questa edizione sono stati
iscritti 447 campioni provenienti oltre che da differenti regioni
italiane anche da Francia, Germania, Grecia, Portogallo, Spagna e
Svizzera (il 46% dei campioni iscritti al concorso sono
stranieri).
Per la prima volta è stato iscritto un vino proveniente dalle
Isole Baleari.
La più numerosa è stata la
rappresentativa tedesca con ben 95 campioni in degustazione e con ben 33
medaglie assegnate, due gran medaglie d’oro, 6 d’oro, e 25 d’argento.
La Svizzera ha presentato 43 vini provenienti dal Vallese e dal Ticino,
premiati con 5 medaglie d’oro e 14 d’argento.
La Spagna rappresentata da 29 vini provenienti dalle regioni della
Galizia dai Paesi Baschi e delle isole Baleari ha ottenuto 10 medaglie
d’oro e 2 d’argento.
La Francia ha ottenuto 4 medaglie d’oro e 4 d’argento su 25 vini in
degustazione, provenienti dalla côte Vermeille, il territorio di
Banyouls e Colliure (nella regione del Languedoc Roussillion) e dalla
regione Rhône Alpes.
La Grecia che ha partecipato con quattro vini di un’unica cantina ha
ottenuto ben due medaglie d’oro e una d’argento.
Quattro anche le medaglie per il Portogallo, 1 d’oro e 3 d’argento su 5
vini in degustazione.

L’Italia rappresentata da 232 vini ha
ottenuto 13 medaglie d’oro e 38 d’argento.
Tra le regioni più premiate la Valle d’Aosta con 5 medaglie d’oro e 11
d’argento, seguita dalla Sicilia con 14 medaglie, 3 d’oro e 12
d’argento, dalla Lombardia con 3 medaglie d’oro e 6 medaglie d’argento
dal Trentino con 1 medaglia d’oro e 4 medaglie d’argento.
Una medaglia d’oro e 2 di argento per il Veneto, 1 medaglia d’argento
per Campania, Liguria e Alto Adige.

Per ulteriori informazioni visitate www.cervim.org