Federazione Italiana Cuochi “al dente”!


Il solido profilo della FIC emerge in occasione dei suoi due prossimi appuntamenti: il 28 marzo, a Roma, in Campidoglio, il “Collegium Cocorum” premierà la tenacia dei cuochi, che esercitano il mestiere da 30 anni, e la professionalità di personaggi della RAI, come Adriana Volpe, Anna Scafuri, Emilio Albertario, Marcello Masi e Bruno Gambacorta; dal 2 al 5 aprile, a Bologna, a PastaTrend, i rappresentanti della Nazionale Italiana Cuochi daranno prova di come vanno cotti e cucinati spaghetti&Co, dall’antipasto al dolce.

Tre volte cento più trenta, ovvero 330: tanti sono gli chef della Federazione Italiana Cuochi con 30 anni di onorata carriera che non demordono e rimangono ai fornelli e che, per questa appassionata perseveranza, riceveranno a Roma la più importante onorificenza della FIC, il Collegio Cocorum. Tuttavia lunedì 28 marzo, nella Sala Protomoteca, in Campidoglio, non saranno premiati solo le berrette bianche più fedeli all’Arte Culinaria, ma anche personaggi famosi della RAI che si sono distinti per aver manifestato nel loro campo capacità, coerenza, entusiasmo e dedizione.
Nella
magnifica cornice del Campidoglio, per l’attribuzione del Collare, a
fianco dei cuochi benemeriti, si troveranno alcuni volti televisivi, che
riscuotono grandi consensi di pubblico. Della “rosa”, fanno parte la
presentatrice Adriana Volpe; Anna Scafuri, che conduce la rubrica Terra e Sapori del Tg 1; il giornalista Emilio Albertario; Marcello Masi e Bruno Gambacorta,
della trasmissione Eat Parade del Tg 2. Gli applausi di una platea
competente e di tutto rispetto accumuneranno così chef e protagonisti
della televisione, che onorano la storia e il prestigio della Millenaria
Cucina Italiana.
 
Il programma della memorabile giornata prevede: – ore 14, riunione in
piazza Campidoglio degli chef delle diverse regioni, schierati e
abbigliati secondo rigorose regole della FIC; – a seguire, accoglienza
degli ospiti da parte dei ragazzi degli Istituti Alberghieri di Roma; –
cerimonia di consegna dei collari e dei diplomi agli chef e ai
protagonisti della televisione; – foto di gruppo, sulla scalinata della
Protomoteca; – a conclusione, fino alle ore 19, rinfresco sulla Terrazza
Caffarelli dei Musei Capitolini, curato dal Relais le Jardin.
 
La forza, la maestria e l’infaticabilità dei componenti della Federazione Italiana Cuochi verranno espresse anche a Bologna Fiere, dal 2 al 5 aprile, durante la manifestazione Pasta Trend.
Nello spazio del network Degusta in Fiera, alcuni rappresentanti della
NIC-Nazionale Italiana Cuochi (ramo della FIC impegnato nei concorsi
culinari internazionali) spiegheranno come si cuoce la pasta “al dente”
… Non solo: al Salone dedicato alla pasta, alla sua filiera e alla
Dieta Mediterranea, strettamente collegata ad essa, la NIC darà
dimostrazione di quanto l’alimento tricolore per eccellenza sia
versatile, salutare e facile da preparare. Con mestolo saldo, i cuochi
impiegheranno maccheroni, spaghetti e tanti altri formati per ricette golose, semplici e veloci, dall’antipasto al dolce.
Durante gli appuntamenti prefissati, la compagine della Federazione
promuoverà quindi una cucina naturale e di qualità, realizzata con
prodotti del territorio, per sensibilizzare il consumatore alla
quotidianità di un alimento mediterraneo ever green.
 
Dal canto suo, il pubblico presente a Bologna Fiere potrà rivolgere
domande agli chef che illustreranno metodi e cotture per fare della
pasta anche un contorno oppure un dessert, come il “tiramisù di maccheroni”.
Attenzione particolare verrà posta dalla NIC, come suo solito, ai
materiali di cottura, tra cui l’alluminio che viene riabilitato.
Infatti, secondo i cuochi della Federazione, i tegami in questo metallo,
con i dovuti accorgimenti, risultano maneggevoli, buoni conduttori di
calore, “neutri”, in relazione a sapori inopportuni, e, non in ultimo,
rievocano la cucina della tradizione e familiare. Un’impostazione,
quella della NIC a PastaTrend, in perfetto stile Federazione Italiana
Cuochi, solido, deciso, preparato e saggio.