Il „Premio Visitatori“ del concorso „Autoctoni che passione!“ va all’Emilia Romagna


giorgio_gajer_giorgio_erioli.jpgA Bolzano il Pignoletto Badianum di Erioli vince il quinto Autochtona Award 2010

(Bolzano, 28 ottobre 2010) "Autochtona" continua a premiare i produttori dei vini autoctoni italiani. Ad aggiudicarsi il premio assegnato dai visitatori della rassegna è l'azienda bolognese "Malaguti Laura – Erioli" di Giorgio Erioli, presente a Bolzano con il Consorzio Vini Colli Bolognesi, che ha portato in esposizione una selezione di Pignoletto Classico tra i quali il Badianum – Pignoletto Classico DOC 2007. Dopo che nei giorni scorsi una prestigiosa giuria composta da giornalisti e sommelier ha assegnato il premio "Autoctona award 2010" per le categorie di "Miglior vino rosso", "Miglior vino bianco", "Miglior vino dolce", "Premio speciale Terroir" alle aziende Cascina delle Rose (Piemonte), Giogantinu (Sardegna), Agricola Biava presente con il Consorzio di Tutela Moscato di Scanzo (Lombardia) e Fattoria Carsica Baijta (Friuli), è stato consegnato oggi l'atteso"Premio Visitatori", il riconoscimento attribuito sulla base delle degustazioni effettuate durante la manifestazione dagli ospiti.
Foto: Giorgio Erioli, il vincitore (sulla destra) con Giorgio Gajer, vicedirettore di Fiera Bolzano

Già
riconosciuto
come migliore Pignoletto dalla edizione 2010-2011 della guida "Emilia
Romagna da bere e da mangiare" curata dalle associazioni dei sommelier
Ais Emilia e Ais Romagna, il Badianum di Erioli nelle schede di
valutazione
compilate dagli ospiti della manifestazione ha raccolto non solo il
maggior numero di voti ma ha anche ricevuto apprezzamenti sulle stesse
schede ("una meraviglia dall'aroma delicato", "sorprendente"…).
In generale il Pignoletto è stato il vitigno quantitativamente più
apprezzato da coloro che hanno avuto modo di assaggiare i prodotti in
esposizione. L'azienda Erioli, con sede a Bazzano nella campagna
bolognese,
ha conquistato, con la sua etichetta, il gusto di esperti e meno
esperti,
evidenziando le caratteristiche di un vitigno che, in un territorio
noto per i suoi vini frizzanti, è riuscito ad emergere nella versione
ferma. 
 

Tutte
le informazioni: www.autochtona.it