SIMPLY ITALIAN – GREAT WINES


workshop11Dal 15 al 18 ottobre a New York, Chicago e Washington DC – PORTA OLTREOCEANO L’ECCELLENZA DEL VINO ITALIANO

In programma degustazioni mirate e iniziative ad hoc per professionisti, collezionisti e stampa. Dall’Istituto Grandi Marchi a Federdoc, dall’U.vi.ve (Unione Consorzi Vini Veneti D.O.C.) a I.ter Special Agency Camera di Commercio Udine, sono oltre 50 le importanti realtà vinicole che partecipano al tour organizzato da IEM che si concluderà nel febbraio 2013 con le tappe di Miami e Città del Messico.

Verona, 8 ottobre 2012 – Riparte dagli Usa la promozione del vino italiano all’estero: dal 15 al 18 ottobre Simply Italian-Great Wines, il marchio di IEM (International Exhibition Management) – società impegnata nell’organizzazione di manifestazioni a supporto dell’internazionalizzazione delle aziende vitivinicole italiane – torna
negli Stati Uniti con un tour che toccherà le città di New York, Chicago e Washington DC.

Tre giorni di appuntamenti, incontri, workshop commerciali e seminari educazionali saranno interamente dedicati al mondo vinicolo italiano in collaborazione, per la sola tappa newyorkese, con la prestigiosa rivista Wine Spectator.

Dopo il successo degli eventi organizzati a giugno in Russia, tra Mosca e San Pietroburgo, circa 50 realtà vitivinicole italiane, tra le quali l’Istituto Grandi Marchi, Federdoc con il Consorzio Collio e Carso, il Consorzio Friuli Grave, l’U.vi.ve (Unione Consorzi Vini Veneti D.O.C.)  e
I.ter Special Agency Camera di Commercio Udine, attraverseranno l’Oceano Atlantico per incontrare gli operatori locali di tre delle metropoli statunitensi più importanti per l’interscambio agroalimentare mondiale.

Marina Nedic, Managing Director di IEM, sottolinea: “Il vino italiano rappresenta una delle eccellenze del nostro Paese ed è riconosciuto e apprezzato in tutto il mondo per varietà, qualità e caratteristiche organolettiche uniche, legate a una produzione che fa del territorio il suo punto di forza e distinzione. Gli Stati Uniti sono il primo mercato mondiale per il consumo di vini e oggi rappresentano il principale Paese di sbocco per i vini italiani con 948 milioni di euro nel 2011, davanti a Germania e Regno Unito. Ma negli USA i successi devono essere mantenuti, alimentati e consolidati, anche alla luce di un previsto aumento della domanda interna a fronte di “riserve” di vino che recentemente hanno toccato i minimi degli ultimi 10 anni. Oggi più che mai dobbiamo intensificare gli sforzi e le attività promozionali sul territorio americano per sostenere e rafforzare il prestigio del vino made in Italy, consolidare la nostra presenza sul territorio e conquistare nuove quote di mercato.”

Il tour avrà inizio lunedì 15 ottobre a New York, nella prestigiosa The Public Library, per poi proseguire a Chicago mercoledì 17 e a Washington DC giovedì 18. Il programma prevede un ciclo di seminari organizzati da IEM in collaborazione con l’Istituto Grandi Marchi – con  il contributo di Gloria Marota Frazee di Wine Spectator per la sola tappa di New York –  dal Consorzio Vino Collio e Carso e dall’U.Vi.Ve, oltre a un intervento di Riccardo Ricci Curbastro, Presidente di
Federdoc. Le giornate si completeranno con alcuni walk-around tasting riservati ai professionisti del vino e alla stampa. Il tour si concluderà a febbraio 2013 con le tappe del 5 a Miami e del 7 febbraio aCittà del Messico.

Queste
manifestazioni, replicate con successo in diversi Paesi, rappresentano un’occasione unica non solo per mettere in contatto i principali operatori locali con i produttori italiani, ma anche per consolidare l’immagine e il marchio delle aziende già presenti sul territorio.


*********

IEM (International Exhibition Management), nasce nel ’99, dalla volontà dei due soci fondatori, Giancarlo Voglino e Marina Nedic, di mettere a frutto l’esperienza e il know-how maturati a livello internazionale nei campi della comunicazione, del marketing e dell’organizzazione fieristica. Da oltre dieci anni IEM è protagonista
sui mercati internazionali nella promozione del vino italiano ed è riconosciuta per la professionalità con cui opera e l’alta qualità dei propri eventi sia dai produttori italiani che dagli operatori commerciali, giornalisti ed esperti di settore dei vari mercati. Dal 2007 la IEM ha costituito la sua filiale negli USA, la I.E.E.M., con
base a Miami luogo ideale per la promozione del Made in Italy nel continente americano.

Gli eventi Simply Italian rappresentano una valida opportunità per il settore agroalimentare Made in Italy di farsi conoscere all’estero. E’ soprattutto grazie ad essi che si è ottenuto un deciso incremento non solo dell’offerta dei prodotti italiani sui vari mercati, ma anche della domanda stessa. La struttura della loro organizzazione, basata su workshop commerciali e correlata ad altri tipi di eventi quali seminari, degustazioni guidate, conferenze stampa e cene promozionali, rende questi eventi il principale luogo di incontro tra i produttori italiani e gli operatori locali, senza dimenticare stampa, opinion leader e wine lover.