VINITALY, 90.000 OPERATORI IN TRE GIORNI SODDISFATTI GLI ESPOSITORI



vinitaly1A conclusione del terzo giorno di manifestazione i
dati sull’afflusso riconfermano i numeri da record del 2008. Di
qualità i contatti. Intensa giornata di visita per il ministro
Luca Zaia.
Il sottosegretario all’Economia e Finanza, Alberto
Giorgetti, in visita alla rassegna dà importanti indicazioni
per il settore.
Per accogliere il grande afflusso di visitatori
in arrivo, domani (domenica 5 aprile) verrà attivato un altro
parcheggio, che si aggiunge ai circa 19.000 già utilizzabili.

Foto: VERONAFIERE


Verona, 4 aprile 2009
– Nella terza giornata Vinitaly raggiunge quota 90.000 visitatori.
Le presenze, in linea con quelle record dello scorso anno, sono
rappresentate per il 35% da operatori provenienti dall’estero. Solo
nella giornata di oggi gli ingressi sono stati oltre 40.000.

Soddisfatti gli
espositori, che dai contatti avuti finora percepiscono un rinnovato
interesse per il vino. Un segnale di buon auspicio soprattutto per
l’export, vista anche la concordanza di intenti raggiunta da
istituzioni e filiera per quanto riguarda la promozione del vino
italiano nel mondo.

“In questi giorni –
ha detto Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere –
registriamo fra le associazioni dei produttori quali Uiv, Federvini e
Fedagri, grazie anche all’importante ruolo di Buonitalia e del
Ministero per le politiche agricole, una progressiva solida
convergenza sul progetto di realizzare un sistema di promozione del
vino italiano nel mondo. In tale contesto – ha proseguito –
Vinitaly World Tour si mette a disposizione di tutto il sistema di
promozione per un’ulteriore fase di sviluppo che integri anche il
lavoro prezioso delle Regioni, dell’Ice e del Ministero per il
commercio con l’estero.

Un grazie al ministro
delle politiche agricole Luca Zaia, anche oggi in visita a Vinitaly,
arriva dal presidente di Veronafiere Luigi Castelletti: “La sua
presenza – ha detto Castelletti – testimonia la vicinanza del
Ministero alla nostra manifestazione, agli espositori e ai
visitatori”.

Nel corso della sua
permanenza a Vinitaly, Zaia ha visitato lo stand della cantina
Donnafugata, dove ha annunciato di aver proposto Josè Rallo
per l’onorificenza a Cavaliere della Repubblica. “Questa proposta
– ha detto il ministro – vuole premiare chi sceglie di dedicare la
propria vita appassionata alla modernizzazione e alla promozione
dell’agricoltura della propria terra, valorizzando straordinari
prodotti la cui forza economica e culturale rappresenta perfettamente
il made in Italy”.


Il sottosegretario
all’Economia e Finanza, Alberto Giorgetti, ha consegnato i Premi
Internazionali Vinitaly 2009, unitamente al presidente di Buonitalia
Spa, Walter Brunello, rispettivamente a Jeannie Cho Lee, giornalista
enogastronomica di Hong Kong e dal 2008 prima Master of Wine
dell’Asia, e a Lidia Bastianich, che a 24 anni apre il primo
ristorante, il Buonavia e poi Villa Secondo, entrambi nel Queens a
New York, e raggiunge negli Stati Uniti anche un grande successo
mediatico con le sue lezioni di cucina in tv diventando con la sua
ampia attività uno degli indiscussi ambasciatori del best of
Italy.

«Il vino – ha
sottolineato Giorgetti – rappresenta un’eccellenza del made in
Italy e anche uno dei settori che meno risente della crisi, anche
grazie al ruolo di Vinitaly, fiera di riferimento mondiale che oggi è
diventata inespugnabile. Anche Verona in questo momento è una
forza economica del Paese e oggi, anche con la nomina di Luigi
Castelletti in Unicredit, ha uomini in grado di portare un’importante
esperienza e che si impegneranno per garantire l’accesso al credito
per le piccole medie industrie, con particolare riguardo al settore
agricolo».

Nel corso della terza
giornata di Vinitaly, un importante riconoscimento è stato
consegnato oggi a Federico Castellucci, direttore generale dell’Oiv:
si tratta della Targa d’Oro Giuseppe Morsiani, il premio istituito
nel 1993 dall’Associazione Giuseppe Morsiani e sostenuto
dall’Unione Italiana Vini, Veronafiere e Camera di commercio di
Verona.

Successo per la festa dei
150 anni di Gaja, celebrati con la degustazione-evento guidata dalla
giornalista
Jancis Robinson. La
partecipazione è stata a pagamento e
tutto
il ricavato che è stato devoluto a scopo benefico alla
Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra onlus.

Momento mondano ieri sera
con la cena di gala nel suggestivo scenario del Cortile Mercato
Vecchio nel centro storico di Verona, dove sono stati consegnati i
premi assegnati ogni anno dal Comitato Grandi Cru d’Italia.

Per accogliere il grande
afflusso di visitatori in arrivo, domani (domenica 5 aprile) verrà
attivato un altro parcheggio, che si aggiunge ai circa 19.000 già
utilizzabili. Si tratta del parcheggio del Mercato Agroalimentare, di
2000 posti, raggiungibile da chi esce al casello autostradale di
Verona Nord. Previsto il servizio di bus navetta gratuito per la
fiera.

Vinitaly 2009 – Gallery